Nell’era digitale, lo smartphone è diventato un’estensione di noi stessi. Ma cosa succede quando il nostro prezioso dispositivo incontra il suo peggior nemico: l’acqua? Che si tratti di un tuffo accidentale in piscina, una bibita rovesciata o un temporale improvviso, l’esposizione a liquidi può una sentenza finale per il tuo smartphone. Tuttavia, non tutto è perduto.

In questo articolo, ti guideremo attraverso i passaggi critici da seguire per (tentare di) salvare il tuo dispositivo 

1. Spegni subito lo smartphone

Il primo e più importante passo è spegnere immediatamente il telefono. Questo previene cortocircuiti che potrebbero danneggiare irreparabilmente il dispositivo.

2. Rimuovi batteria, SIM e schede SD

Se possibile, rimuovi la batteria, la SIM e le schede SD. Questi componenti possono essere danneggiati dall’acqua e causare ulteriori problemi al telefono.

3. Asciugalo delicatamente

Usa un panno morbido o un tovagliolo di carta per tamponare delicatamente il telefono e rimuovere il più possibile l’acqua esterna. Evita di scuotere o usare asciugacapelli, poiché potrebbero spingere l’acqua più in profondità nel dispositivo.

4. Utilizza Un agente assorbente

Metti il tuo smartphone in un contenitore riempito con un agente assorbente, come il riso o i cristalli di silice, per almeno 48 ore. Questi materiali possono aiutare a estrarre l’umidità residua.

5. Non Premere alcun pulsante

Durante il processo di asciugatura, evita di premere qualsiasi pulsante. Questo può spingere ulteriormente l’acqua all’interno del dispositivo.

6. Portalo da BNO Informatica

Se sei di Messina o dintorni e il tuo device è entrato in contatto acqua o altro liquido,  portalo i da BNO Informatica. Faremo di tutto per salvare il tuo device, e in caso recuperare i dati  in tempi brevi

 

Please follow and like us:
Pin Share